YouTube | impostazioni, formati, bitrate, framerete

video-online-copy

A volte può capitare, soprattutto se si all’inizio di Non saper bene in quale formato salvare il tuo video dopo che hai effettuato il montaggio.

Oppure di non sapere se il formato che hai girato con la tua video camera o iphone può andare bene per youtube, per cui se dovessi ricevere un messaggio di errore “formato di file non valido” durante il caricamento allora ecco quello che devi fare:
Assicurati che stai utilizzando uno dei seguenti formati che youTube accetta senza problemi:

  • .MOV
  • .MPEG4
  • .AVI
  • .WMV
  • .MPEGPS
  • .FLV
  • 3GPP
  • WebM

Per offrirti una visione ancora migliore sul computer, YouTube aggiorna la qualità del tuo video stream dalla definizione standard (240 p o 360 p) all’alta definizione (720 p o 1080 p), in base alla velocità della tua connessione Internet (larghezza di banda). Per questo motivo, guardando i video potresti notare delle variazioni nella qualità.

Le impostazioni suggerite da YouTube:
formato MPEG4,
compressione Divx oXvid,
risoluzione 640×480 ,
audio: MP3,
framerate: 30 frames per secondo

Le impostazioni possibili:
formato .MOV (quicktime),
risoluzione 640×480,
compressione H.264,
bitrate: 768Kbps.
audio MP3,
framerate: 25 frame per secondo

Cos’è il FRAMERETE?
Ogni immagine trasmessa in TV ha una frequenza. Il numero dei fotogrammi o immagini del filmato che scorrono sullo schermo ogni secondo mentre si visualizza un filmato viene chiamato numero di fotogrammi al secondo (fps), o “frequenza fotogrammi”

NTSC è un formato comunemente utilizzato nel Nord America e in Giappone e ha la frequenza di 29,97 fps (frames al secondo). Esiste anche il formato DVCPRO50-NTSC.

PAL è un formato comunemente utilizzato dai dispositivi in Europa ed utilizza una frequenza di 25 fotogrammi al secondo.

Cos’è la RISOLUZIONE?
Il parametro della risoluzione si esprime in pixel dell’immagine.

Un’immagine digitale è formata da pixel, quadrati piccolissimi dove ciascuno “porta” con se una parte delle informazioni relative all’immagine acquisita.
A seconda del tipo di macchina fotografica digitale o video camera che adopereremo, potremo scegliere la quantità del numero dei pixel con i quali vogliamo “costruire” la DIMENSIONE della nostra immagine in relazione alle possibilità offerte dal sensore.
Maggiore sarà il loro numero (pixel), e maggiore sarà la quantità di informazioni che potremo sfruttare per la sua stampa o visione.

Cos’è il BITRATE?
Con il termine bitrate, letteralmente velocità dei bit, viene indicato il numero di bit al secondo necessari per la corretta riproduzione di un filmato video digitale.

Si tratta quindi dell’unità di misura del flusso delle informazioni e viene utilizzata anche per la visualizzazione dei video su Internet. Maggiore è il bitrate, migliore è la qualità che si riesce a ottenere e di conseguenza più pesante risulta il file corrispondente.

In ambito video, il bitrate dipende anche dal frame rate e cioè dal numero di fotogrammi al secondo che costituiscono la sequenza. Il bitrate si misura in milioni di bit al secondo o Mbps.

Alla risoluzione di 352×288 pixel, corrispondenti alla qualità standard di una webcam, con un campionamento di colori a 8 bit e un frame rate di 24 immagini al secondo, il bitrate risultante è pari a circa 18,55 Mbps.

Con questo bitrate, un minuto di filmato occupa oltre 139 MB. Utilizzando un codec MPEG-1 per la compressione video, per esempio, il bitrate viene invece portato a circa 1,73 Mbps e il file corrispondente occupa solo 12 MB circa.

I valori migliori di bitrate dipendono dal tipo di codec utilizzato per la compressione del filmato digitale.

Comments

comments

Leave a Comment